Una parte di me

copertina_una_parte_di_me_400




Anno: 2008 Isbn: 978-88-6396-003-7 Pagine: 72

L’amore è come l’araba fenice: nasce, finisce, rinasce, dura per sempre o muore definitivamente. I casi non finiscono mai in un ipotetico registro delle opportunità o delle occasioni mancate. Tutto ciò non sarebbe sufficiente a connotare esattamente l´esistenza. La poetessa ci invita a intraprendere un percorso fatto di soste e di ripartenze, dove l’unico elemento che sopravvive nel turbine impetuoso della vita è l’unico che fa emergere la misura giusta delle cose: la precarietà. Chi vive e ama, o chi vive e non ama, presto si accorge che non c’è alcunché di definitivo, perché tutto è legato a momenti più o meno lunghi di abbandono ai sensi, allo spirito e a un’altra persona, complemento misterioso e insondabile dell´esperienza. La poesia di Claudia Mazzoni, purifica l’anima come una sorgente di acqua fresca tra le rocce della vita. I suoi versi sono morbidi, tenui o tenaci, si sciolgono in ritmi vellutati, accattivanti, e anche quando esprimono malinconia, dolore, disillusione, sono scintilla che brucia ai margini del mio cuore.
Con amore e per amore scrive tutto quello che la sua anima, assetata di parole, invoca. Il suo scrivere appare come un grido d’aiuto, una terapia per rivivere un’altra vita: non si può esistere in superficie, bisogna scavare nel profondo di se stessi, fino a portare a galla quei sentimenti che, anche se dolorosi, vedendo la luce, avranno vita nuova.

…forse ricordo solo un’ombra
che rimase a guardarmi con la pietà nell’anima.
Sei così sola a volte che sorvegli il silenzio
nel cupo rimorso di un amore ormai andato.

 

PRESENTAZIONI DEL LIBRO

  • 26 marzo 2009 - Libreria "Gaia Scienza" - Livorno

Questo sito utilizza i cookies. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookies sul tuo dispositivo. Consulta la privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information