Romano Nigiani

 

Nato nei pressi di Firenze, emigrò giovanissimo in Germania, dove ha conseguito la laurea in Ingegneria Civile ad Amburgo. Dopo una lunga permanenza in quel paese e aver acquisito la cittadinanza tedesca, fu inviato a lavorare in giro per il mondo. Tra le tante esperienze all’estero, trascorse sette anni in Arabia Saudita, lavorò in India, Cina e Giappone, nel Mozambico, in Turchia e negli Emirati Arabi; infine visse per circa diciotto anni in America Latina, tra Perù, Colombia, Venezuela, Bolivia e Brasile. La sua lunga odissea professionale gli permise di conoscere luoghi di terre lontane, ma soprattutto la cosa più essenziale: l’essere umano di tutte le latitudini dei quattro continenti e in tutti i suoi aspetti. Nel 2004 tornò in Italia e si stabili a Viareggio, (Torre del Lago Puccini), fino al 2017 quando si trasferì con la famiglia a Barcellona in Spagna.
Iniziò a dedicarsi alla scrittura, quando ancora lavorava a Dubai, per poi scrivere più assiduamente al suo ritorno in Italia. Per lui scrivere non è altro che costringere le proprie esperienze e ricordi in una forma definitiva, come argini che si mettono al fiume della memoria.
Tra le sue pubblicazioni con Giovane Holden Edizioni: Il quinto sigillo dell’Apocalisse, 2011; I giorni della vendetta, 2012; I misteri di Bahia, 2013; Uomini e Lupi, 2014; La stagione delle ciliegie, 2015; Oltre il muro, 2016, con il quale ha vinto il Premio Nazionale di Letteratura Terra d’Agavi, Città di Gela. 

Risultati 1 - 7 di 7

Questo sito utilizza i cookies. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookies sul tuo dispositivo. Consulta la privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information