Il peso delle ali

copertina_il_peso_delle_ali_400




Anno: 2014 Isbn: 978-88-6396-454-7 Pagine: 128

Celeste Belcari al suo romanzo di esordio convince e conquista con una storia autobiografica di grande impatto emozionale. Con una sorta di coraggioso pudore mette a nudo la battaglia che combatte fin da quando era ragazzina contro di Lei, la Bestia, l’anoressia. E tutto ciò che Lei porta con sé.
In un’atmosfera in bilico tra passato, presente e futuro, Sara, la sua protagonista, intraprende un difficile e accidentato percorso faccia a faccia con la morte, intriso di lutto e dolore ma anche di crescita.
Man mano che narra di Sara, Celeste realizza che scrivere questa storia - la sua storia - ha un inestimabile valore terapeutico. A cominciare dal nome dei due protagonisti - Sara e Alessio - due persone care perdute troppo presto che, in un certo senso, in questo modo, l’Autrice tiene vicino a sé.
E mentre racconta di ogni istante in cui ha guardato la Bestia negli occhi supplicandola di divorarla capisce quanto grande è il suo desiderio di vivere. Sara e Alessio, due farfalle bianche. Il potere delle loro ali insegna a domare le spire del vortice del problema alimentare. La Bestia è morta? No. Celeste lo sa bene, la Bestia non morirà mai. Ma scrivendo di Sara riesce a tenerla a bada.
Perché solo noi possiamo decidere del nostro futuro. 

Questo sito utilizza i cookies. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookies sul tuo dispositivo. Consulta la privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information