Penelope lamè

copertina_penelope_lam_400




Anno: 2012 Isbn: 978-88-6396-268-0 Pagine: 80

Una donna tesse la sua tela intarsiandola di tutto ciò che la vita le offre, di tutte le occasioni perdute o carpite, delle emozioni e delle immagini che il tempo dimentica sulla battigia dell’esistenza, e talvolta riprende e rioffre mutate in un’eterna risacca di luce. I riflessi lamé, le fibre sottili di oro e argento non sono che attimi rivelatori, preziose soste nel caotico vagare di ogni giorno in preda all’affanno, sono baci, sorrisi, sogni che s’involano in zefiri notturni incuranti della bonaccia del mattino, e desideri essenziali al cammino.
Simona Leonardi si tuffa con slancio nell’esistenza e ci restituisce con parole cristalline e versi bene equilibrati le impressioni più veraci. Non c’è rassegnazione all’ineluttabile sofferenza del quotidiano, né una sterile ostentazione del coraggio che solo le donne sono capaci di dimostrare: la sua poesia è il resoconto lucido di questo viaggio sconfinato, è l’invito a proseguire nonostante il dolore perché vale sempre la pena di aspettare il sorgere di un nuovo sole. L’Autrice ci insegna che la felicità è un pugno di biglie colorate da tenere in tasca, e la paura di perderle giocando è inevitabile se vogliamo essere vivi.
Queste poesie, come un frusciante foulard, vi avvolgeranno calde e scintillanti, impreziosite dalle illustrazioni di Teresa Berti.



PRESENTAZIONI DEL LIBRO

  • 1 dicembre 2012 - Palazzo Mediceo - Seravezza (Lu)
  • 18 maggio 2013 - Open One, Galleria d’arte - Pietrasanta


Pisa Book Festival 2012
L'Autrice intervistata da Marco Palagi
25/11/2012

 

Questo sito utilizza i cookies. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookies sul tuo dispositivo. Consulta la privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information